• Lun. Giu 21st, 2021

Chinics Ads Magazine

© 2020 CHINICS NEWS MAGAZINE- pianeta animato artificiale e digitale

Libertà, diritto e dovere di informare. Diritto a essere informati, pluralismo e indipendenza dell’informazione, giornalismo senza colore politico o padroni. Tante, infinite le volte che abbiamo sentito pronunciare, almeno da una cerchia di colleghi e colleghe, queste frasi. Il giornalismo libero, indipendente, alla costante ricerca della verità, è più di una professione. Una missione, nel vero senso del termine, che oggi deve ritrovare un’identità degna del suo nome, da anni purtroppo smarrita lungo un sentiero buio, fatto di vicoli ciechi e senza più uscita.

Africa Express e Senza Bavaglio, “al servizio del giornalismo libero e indipendente” 

Foto: Paul Kagame e Massimo Alberizzi
Africa Express e Senza Bavaglio, “al servizio del giornalismo libero e indipendente”
Foto: Paul Kagame e Massimo Alberizzi

Africa Express e Senza Bavaglio cercano, ogni giorno, di restituire all’informazione giornalistica questa identità. Ideatore e fondatore di entrambi, Massimo Alberizzi. Milanese, giornalista professionista, per anni corrispondente esteri, da Nairobi (Kenya), per il Corriere della Sera. Ha cominciato a occuparsi di esteri con un viaggio in Cambogia, entrando nei territori occupati dai khmer rossi, dopo l’invasione da parte dei vietnamiti. Successivamente il grande amore per l’Africa, occupandosi di diversi e significativi fatti. Con Africa Express, grazie anche alla preziosa collaborazione di esperti colleghi e colleghe, Alberizzi ha voluto e vuole, ancora, dare voce a un grande continente che di voce ne ha molto poca. Conosciute le sue ripetute inchieste sulla morte di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, avvenuta a Mogadiscio nel 1994; ha seguito costantemente anche la vicenda legata al rapimento e lungo sequestro della cooperante milanese, Silvia Romano, fino al giorno della sua liberazione scoprendo che il riscatto per la liberazione della giovane donna è stato pagato dal Qatar, e non dall’Italia.

Senza Bavaglio è una finestra di informazione che nasce da un gruppo, Senza Bavaglio appunto, creato da alcuni giornalisti nel lontano 29 settembre 2000, venti anni fa. Colleghi e colleghe, sia professionisti che pubblicisti, che credono e sostengono da sempre l’informazione giornalistica, la dignità della professione, la difesa del giornalista, sia dentro che fuori le redazioni. La crisi dell’editoria, precariato e lotta al precariato, freelance, giovani e meno giovani, invisibili e senza tutele, Ordine dei Giornalisti e riforma dell’Ordine, equo compenso, ex-fissa, i problemi dell’INPGI, la Casagit, il Fondo Complementare, il sindacato, le diatribe e i contrasti tra le varie correnti, le aspre critiche e gli indici puntati contro la FNSI- Federazione Nazionale della Stampa Italiana. Queste, in breve, i temi e le diverse, lunghe battaglie affrontate da Senza Bavaglio, sempre e costantemente presente in tutti gli organi di categoria. Anche la loro voce si fa sentire e, forte, lungo l’intera penisola.

Africa Express e Senza Bavaglio, “al servizio del giornalismo libero e indipendente” 
 
Foto: Senza Bavaglio
Africa Express e Senza Bavaglio, “al servizio del giornalismo libero e indipendente”
Foto: Senza Bavaglio

Oggi, mai come in questo momento storico, c’è bisogno di stampa e informazione libera, corretta, imparziale, amante e portatrice di verità. Chinics Ads News, una finestra di informazione di Chinics News Magazine, nata da pochissimo e che dedicherà la sua attività di informazione, parlando di brand journalism, notizie economiche e finanziarie, aiutando anche le piccole-medie aziende o imprese a farsi conoscere e pubblicizzarsi, si associa all’appello di Massimo Alberizzi e degli altri colleghi/colleghe, sostenendo sia Africa Express che Senza Bavaglio.

“Aiuta il buon giornalismo. Aiutaci a continuare con i nostri due quotidiani online Africa Express. (www.africa-express.info) e Senza Bavaglio (www.senzabavaglio.info). Ogni giorno portiamo a casa tua informazioni, che spesso non trovi neppure su altri giornali, e inchieste originali e in esclusiva. Non abbiamo finanziamenti di alcun genere e non intendiamo accettare quelli che possono condizionare la nostra indipendenza. Le nostre redazioni sono fatte da collegi con una lunga esperienza in Africa e Medioriente o nel mondo del giornalismo. Chi ci legge ha potuto constatare la nostra onestà intellettuale e la nostra lealtà verso i nostri lettori. Se credete nel buon giornalismo, in un giornalismo cane da guardia e non da compagnia, aiutateci a continuare e a crescere. Grazie per il vostro aiuto. Se mi mandate in privato il vostro numero di telefono vi manderemo Africa Express e Senza Bavaglio via WhatsApp”.

“Resistere, resistere, resistere”. La parola d’ordine per andare avanti, continuando in quel che si crede, e non affondare.

ChinicsAds

Marco Chinicò, 42 anni, giornalista pubblicista, fotogiornalista e videoproducer. Ideatore, fondatore, editore della testata d'informazione giornalistica, CHINICS NEWS. Nata nel 2011, online fino al 03 luglio 2019. Oggi si chiama CHINICS NEWS MAGAZINE e c'è, anche, il fratellino gemello: CHINICS ADS MAGAZINE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *